I nostri gruppi locali

Quasi contemporaneamente all’avvio della distribuzione di prodotti equi e solidali in cooperativa, nel 1991, è iniziato un lavoro sul territorio provinciale di collaborazione con diverse realtà associative, già sensibili alle problematiche relative agli squilibri nord-sud, alla povertà, ai diritti umani e al consumo critico.
Negli anni si è andata consolidando la cooperazione, creando una rete di gruppi di azione locale che gestiscono spazi differenti di promozione del commercio equo e delle campagne ad esso collegate, anche se negli ultimi anni alcuni gruppi hanno terminato la loro attività e si fatica a coinvolgere nuove associazioni.

Il gruppo storico è quello di San Damiano, organizzato come gruppo di famiglie che intendevano fare precise scelte nel campo degli acquisti; è diventato nel tempo un’associazione strutturata: il “Gruppo per l’Autogestione” punto di riferimento per tutto il suo territorio.

Da ottobre 2009 è attivo uno spazio con vendita ai soci nella centralissima Piazza Libertà ,1 con apertura la prima domenica di ogni mese e tutti i lunedì mattina in concomitanza con il mercato del paese, che nel 2016 si è spostato in Corso Roma n. 10. Nella zona sud della provincia il gruppo di Canelli, legato ad Amnesty International, si è costituito in associazione come “Centro x la Mondialità”, fino a sfociare per un breve periodo in una sede distaccata della Cooperativa con punto vendita.

Tra il 1994 e il 1995 si assiste alla nascita di diverse associazioni e gruppi cittadini: “Pulcino Blu”, “Terre di Nessuno” e “Il Girotondo”, ad oggi purtroppo nessuno di questi gruppi è più attivo.

Nello stesso periodo, nella zona nord-ovest della Provincia, si avvia il gruppo di Villanova come sezione locale del WWF e poi in forma autonoma. Attualmente svolge esclusivamente attività per la promozione delle uova di Pasqua di cioccolato del Commercio Equo nelle scuole del Territorio.

Nel 1995 a Castagnole Lanze si uniscono due gruppi, espressioni di due zone del paese, creando una realtà che ha operato fino ad inizio 2000 in modo unitario su tutto il territorio comunale.

Nel 1998 nasce un altro gruppo giovanile cittadino, legato alla parrocchia di Santa Maria Nuova che ora opera anche sul territorio parrocchiale di San Secondo e San Silvestro, nel centro storico della città. Dal 2006 non è più attivo.

Il sud astigiano è stato “coperto” dal 2000 al 2007 dall’associazione “Cailcedrat”, gruppo di ispirazione laica che è stata fortemente impegnata a livello culturale sul vasto territorio di Nizza Monferrato.

Esperienze meno strutturate che propongono attività saltuarie e legate a momenti specifici dell’anno e manifestazioni si trovano nei comuni di Moncalvo, Villafranca, Refrancore, Castello d’Annone, Ferrere.

La Piccola Distribuzione sul Nostro Territorio

La diffusione dei prodotti del Commercio Equo e Solidale si è sviluppata sul nostro territorio, anche grazie alla collaborazione di piccoli esercizi commerciali sparsi nella Provincia di Asti, che hanno dimostrato una particolare sensibilità verso le tematiche del consumo critico. Alcune di queste esperienze sono cominciate per poi esaurirsi confrontandosi con difficoltà pratiche soprattutto relative alla distribuzione; altre si sono consolidate e a oggi abbiamo una serie di punti vendita altamente qualificati. Negli intenti della Cooperativa rimane fondamentale privilegiare il piccolo negozio di quartiere e con esso ogni forma di piccola distribuzione. Per il futuro si intende:
sviluppare la formazione degli operatori commerciali,
potenziare la visibilità dei negozi,
creare una sorta di carta dei criteri degli esercizi commerciali che distribuiscono prodotti solidali senza essere Botteghe del Mondo.
Il contatto con molti di questi esercizi è stato determinato dai gruppi di azione locale presenti in un determinato territorio, con cui permane una collaborazione costante.