Guida golosa

Scopri tutte le linee di cioccolato equosolidale Altromercato:

NuoveMascaotavolette-01

Il mondo del cioccolato è un universo. Ci parla di storia, di cultura, ricette e mercato.
Il cioccolato equo e solidale ci regala esempi di alta qualità sociale ed organolettica. 
Ma qual è un vero buon cioccolato?

 

Come riconoscere un buon cioccolato

Il mondo del cioccolato è un universo. Ci parla di storia, di cultura, ricette e mercato. Il cioccolato equosolidale ci regala esempi di alta qualità sociale ed organolettica. 
Ma qual è un vero buon cioccolato?

Il buon cioccolato dipende dalla qualità della materia prima, dalle zone di provenienza e dall’accuratezza con cui sono svolti i processi di lavorazione dalle fave fino ad ottenere la tavoletta di cioccolato.
Per scegliere un buon prodotto si dovrà partire leggendo l’etichetta e facendo attenzione a:

– Percentuale di cacao contenuta. Per esempio, generalmente è buono un cioccolato fondente se contiene almeno il 60% di cacao.
– Assenza di aromi di sintesi, quindi è benvenuta la presenza dell’estratto di vaniglia o di altri estratti naturali per i cioccolati aromatizzarti (ex: menta e arancia)
– Assenza di grassi vegetali differenti dal burro di cacao.
– Presenza della certificazione biologica

Dopo aver appurato questi aspetti possiamo iniziare l’assaggio vero e proprio.

5 sensi + 1: come si riconosce un buon cioccolato

La ricchezza di sensazioni che offre il cioccolato è da scoprire e decifrare.  Possiamo farlo appieno solo utilizzando tutti i nostri sensi.

La vista

Concediti qualche istante per osservarlo da vicino e scopri il suo colore uniforme e il suo aspetto compatto e lucido indice di un’ottima lavorazione.
Non ci devono essere macchie e il colore è in relazione alla tipologia di prodotto che stiamo degustando: il fondente deve essere solitamente molto scuro, il latte deve avere un marrone brillante mentre il bianco deve essere brillante tendente al giallo.

L’olfatto

olfattoIl primo regalo che puoi concederti è il suo intenso profumo, scopri l’aroma forte del cacao e gli altri lievi sentori che rendono completo e ricco il bouquet aromatico.
In particolare il fondente deve avere un profumo intenso di cacao, nel profumo del cioccolato al latte quest’ultimo deve essere prevalente, lasciando via via spazio alle note del cacao. Il cioccolato bianco deve avere profumo di latte e vaniglia.

Il tatto

tattoSfiora la tavoletta: deve risultare liscia e vellutata non solo a contatto con i polpastrelli ma anche quando si scioglie nella tua bocca.

L’udito

udito-03Spezza la tavoletta di cioccolato fondente vicino all’ orecchio se riesci a cogliere il classico‘SNAP’ netto significa che il cioccolato è stato lavorato bene e che la quantità di cacao contenuta è elevata. Le tavolette al latte o bianche infatti producono uno ‘SNAP’ molto più morbido e sordo.

Il gusto

gustoIl cioccolato deve sciogliersi rapidamente in modo uniforme, le note che si possono identificare sonoil dolce, l’amaro, l’astringente e l’acido; possono essere tutte e 4 presenti e dipendono dalle caratteristiche del cacao utilizzato e da come è stata prodotta la tavoletta. Se una di queste note  risulta eccessiva o sbilanciata costituisce elemento di disturbo o un vero e proprio difetto. Importante inoltre è la persistenza, ovvero quanto a lungo permangono gusto e aroma nella bocca e nel naso. La persistenza è uno degli elementi che ci da il senso di appagamento e soddisfazione.

La mente

mente-05Il cioccolato equosolidale attiva anche  il nostro sesto senso, il pensiero e la mente, quello che  ci fa scoprire un valore che va oltre il prodotto e ne riconosce la qualità sociale.

È la consapevolezza che anche un gesto piccolo come scegliere un cioccolato equosolidale può cambiare regole economiche ingiuste. Il nostro intento è quello di sensibilizzare e di far sapere che nel mercato del cioccolato oltre al dolce, ci sono anche risvolti amari, di sfruttamento e di speculazione e chi ama davvero il cioccolato ha il diritto di chiedere che questo cambi e la possibilità di godere di un prodotto buono fino in fondo.

 

Fonte: Altromercato